Buona Mmusica BWA Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica Buona Mmusica
Filiberto Putzu :. Home :.  ITALIA Politica  :.  Verso le Elezioni 2008  :. «Partita» del Senato, decisivi Udc e sinistra
sottocategorie di ITALIA Politica
 :. Politica nazionale
 :. Federalismo - Riforma elettorale.
 :. Sistema elettorale
 :. Debito pubblico - Legge finanziaria.
 :. Casa delle Libertà
 :. Partito della Libertà
 :. Uniti nell'Ulivo- L'Unione
 :. Partito Democratico
 :. Ppe
 :. Pensiero liberale
 :. Verso le Elezioni 2008
 :. PdL
 :. Verso la Terza Repubblica
 :. Scelta Civica con Monti per l'Italia




domenica
25
ottobre
2020
San Gaudenzio



«Partita» del Senato, decisivi Udc e sinistra

Stabile il divario Pd-Pdl.

Nelle ultime settimane — e ancor più negli ultimi giorni — la distribuzione delle intenzioni di voto rilevata dai vari istituti di ricerca pare avere assunto un assetto relativamente stabile.

Vi sono, certo, differenze, talvolta rilevanti, tra istituto e istituto, specialmente, in relazione al momento in cui il sondaggio è stato effettuato.
Ma, nel complesso, tutte le ricerche confermano che la coalizione guidata da Berlusconi continua a conquistare la maggioranza relativa, attestandosi attorno al 44-46%.
E che quella condotta da Veltroni goda approssimativamente del 36-38% dei consensi.

La distanza tra le due si può quindi stimare in circa l'8%.

In realtà, la differenza di voti (virtuali) tra Pdl e Pd è inferiore ed è pari a circa il 4-5%.

Contano molto dunque le forze con cui essi si sono alleati.

Conta, in particolare, la Lega che contribuisce a rafforzare significativamente la coalizione di centrodestra.

Se il voto «vero» del 13-14 aprile confermerà questi dati, la prevalenza del centrodestra alla Camera è largamente assicurata, grazie al premio di maggioranza che viene qui compu-tato, come si sa, a livello nazionale.
Diversa è la situazione per il Senato ove lo stesso premio è calcolato per ciascuna regione.
Qui l'esistenza di una solida maggioranza è incerta.
Sia a causa della persistente indeterminatezza del voto ai partiti in certe regioni (ad esempio il Lazio), sia, in alcune di esse, per l'incognita sul raggiungimento della soglia dell'8% per le forze concorrenti a quelle maggiori, in particolare, l'Unione di Centro e la Sinistra l'Arcobaleno.
Infatti, il conseguimento dell'8% per l'una o per l'altra sottrarrebbe un numero consistente di senatori al Pd o al Pdl aumentando le incognite sulla distribuzione dei seggi in Senato.
E' specialmente per questo motivo che Berlusconi e Veltroni continuano a perorare la causa del «voto utile » — destinato cioè ai partiti maggiori e non «disperso » verso le forze più piccole — specie al Senato.
Peraltro, questa richiesta sembrerebbe essere accolta dalla maggior parte (ma non da tutti) dei loro elettori.
Un recente sondaggio ha mostrato infatti come il 60% degli italiani sia favorevole alla pratica del «voto utile».

Ma la situazione potrebbe modificarsi anche, sensibilmente, nelle prossime settimane che sono quelle decisive e quelle in cui, solitamente, i leader avanzano le promesse più impegnative, tentando di convincere i tanti elettori che decidono all'ultimo minuto.
Molti dei quali sono addirittura in bilico tra l'una e l'altra coalizione: grossomodo il 16% dell'elettorato dichiara infatti di «prendere in considerazione» al tempo stesso forze appartenenti al centrodestra e al centrosinistra.
La persuasione degli indecisi spetterà particolarmente a Veltroni.
E' nel centrosinistra, infatti, che si trovano in misura relativamente maggiore gli elettori che non hanno ancora deciso di riconfermare il voto dato nel 2006

Renato Mannheimer
22 marzo 2008


pubblicazione: 23/03/2008

 14283

Categoria
 :.  ITALIA Politica
 :..  Verso le Elezioni 2008



visite totali: 1.761
visite oggi: 1
visite ieri: 0
media visite giorno: 0,38
[c]




 
Schede più visitate in Verso le Elezioni 2008

  1. Da Luxuria alla Santanché, ecco i silurati
  2. Con il Porcellum rischio pareggio al Senato ?
  3. "E' inutile, non gliela do"
  4. «Partita» del Senato, decisivi Udc e sinistra
  5. VINCE BERLUSCONI, BOOM DELLA LEGA
  6. Voto, giovani tentati dalla destra
  7. SI VOTA
  8. Pdl ancora avanti, ma tanti sono gli indecisi
  9. Valanga Lega

esecuzione in 0,109 sec.